Segreti di Stato: è il momento di rispondere!

11 Novembre 2016

Tempo fa il primo ministro Matteo Renzi firmò a Palazzo Chigi la direttiva che disponeva la declassificazione degli atti relativi ai fatti di Ustica, Peteano, Italicus, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Gioia Tauro, stazione di Bologna e rapido 904. «La trasparenza è un dovere nei confronti dei familiari delle vittime di questi episodi», disse il premier, abolendo di fatto i segreti di Stato riguardanti le stragi.

Ciò che però Renzi dimenticò, o finse di dimenticare, fu che a me questo non sarebbe bastato: ci sono ancora tanti, troppi, interrogativi ai quali non verranno ancora fornite risposte… Interrogativi che non ho paura di mettere nero su bianco, incurante finanche della mia incolumità.

  • Perché i Puffi hanno esiliato Brunetta?
  • Cosa ne ha fatto Crosetto di Ciuchino?
  • Chi ha dato la licenza al parrucchiere di Sgarbi?
  • Perché i trentatré trentini ce l’hanno con i balbuzienti?
  • Perché il chirurgo plastico della Santanché è ancora a piede libero?
  • Quanti altri nani ci sono di cui Biancaneve ci ha tenuto all’oscuro?
  • Come fa Formigoni a dire sempre la cosa sbagliata al momento sbagliato?
  • Che fine ha fatto Carmen Sandiego?
  • Chi ha ridotto così Gasparri?
  • Che cazzo vuol dire “Ci è nato così”?!
  • Chi ha fregato gli anticoncezionali alla madre dei cretini?
  • Perché la Lombardi campa sia sotto che sopra la panca?
  • A quale industria di caffè ha fatto qualche sgarro l’Uomo Ragno?
  • Contro cosa ha sbattuto tanto forte la faccia Alfano?
  • Pesa di più una tonnellata o l’ego di Matteo Renzi?
  • Come fa Barbara D’Urso a piangere sempre?
  • Perché non sono sempre i peggiori ad andarsene per primi?
  • Con cosa confina la Padania oltre a Narnia e Paperopoli?
  • Quanto incide la Lega Nord sull’inquinamento nazionale?
  • Perché ci sono donne che rifiutano due fustini al posto del Dash?
  • Chi ha insegnato a Di Maio a leggere le mail?
  • In che sacco va buttato il Tetra Pak?

VentoTagliente.com utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su Accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su Rifiuta si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su Personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Sarà possibile modificare successivamente il proprio consenso, cliccando su Gestisci il consenso nel footer.